Suona per me

“Suona per me” è uno spettacolo  teatrale offerto dal Sindacato Pensionati Italiani della CGIL agli studenti delle scuole superiori. Il 23 marzo ci siamo quindi riuniti nell’aula magna della nostra scuola dove un gruppo di cinque attori, accompagnati dalla regista Valeria Freiberg, ci hanno presentato il loro lavoro incentrato sul tema della violenza.

I protagonisti della storia sono quattro giovani studenti: Valerio, Vittorio, Lara e Paolo. Finito l’esame di matematica, vanno a festeggiare il compleanno della loro professoressa, presentandosi a casa sua. I ragazzi all’inizio sono molto carini nei confronti l’insegnante: le portano un regalo, le offrono champagne e recitano poesie facendola sentire veramente apprezzata. I quattro procedono con queste accortezze fino a quando non si sentono sicuri di riuscire a portare a termine il loro piano: ottenere la chiave della cassaforte degli esami. Pur di raggiungere il loro obiettivo gli studenti sono pronti a tutto: dal legare l’insegnante alla sedia, al tentativo di stuprare la loro amica che aveva deciso di tirarsi fuori da quel “giochetto malsano”.  La professoressa infine cede consegnando la chiave a Valerio, ideatore del piano, anche se, Vittorio, considerato il braccio destro dell’operazione, si ribella appropriandosi della chiave avendo capito il grave errore che stavano commettendo.

Il finale viene appositamente lasciato aperto per permettere una più approfondita riflessione da parte del pubblico sul delicato quanto importante tema della violenza.

Giulia Maione

Lascia un commento