EDITORIALE KAOS

In principio era il caos…e ora?

Il caos, un concetto apparentemente astratto e lontano dalla nostra percezione, in realtà ci circonda e può essere compreso dopo un’attenta osservazione, attraverso i mezzi a nostra disposizione.

Sono numerose le discipline che si sono imbattute nella determinazione del caos, tentando di proporne a volte una sintesi semplificata e comprensibile, a volte un’astrusa e complessa analisi. Tuttavia non è sempre stato così, poiché l’uomo, dopo aver acquisito coscienza di sé e del mondo, e dopo essersi accorto del caos, ha immediatamente cercato di annullarne il disordine, fallendo inesorabilmente. Dipoi, per rassicurarsi, l’uomo ha tramutato questo concetto in mito, ideando fantasiose cosmogonie, tentando di allontanarlo il più possibile da sé stesso.

In realtà, l’approccio più genuino a questo meraviglioso concetto, è sicuramente quello di accettarlo, e magari solo in un secondo momento cercare di individuarne le caratteristiche.

Così succede ad esempio quando la nostra redazione si riunisce per creare un nuovo numero. È subito brain storming, mani alzate, parole, riflessioni, spunti…caos!

È allora inevitabile sottolineare che questo sia forse il numero più azzeccato per noi, per le nostre diversità, punti di vista divergenti, opinioni differenti, che però trovano sempre nel dialogo una soluzione, un po’ come accade nel determinare un ordine nel caos. Impresa ardua, certamente, ma sicuramente una di quelle che regala un sentimento di soddisfazione immenso.

Nelle pagine seguenti il caos si presenta da solo: il Biondo reintroduce i dazi, Zuckerberg si arrampica e scivola sugli specchi come la Kostner sul ghiaccio, il Governo stenta a farsi vedere, mentre Ballando con le stelle e Masterchef rimangono gli unici capisaldi della cultura popolare.

Ci siamo dunque prefissati l’obiettivo di analizzare, dal nostro punto di vista, le situazioni caotiche che ci circondano, decisi a delineare magari un ordine, magari un ulteriore caos, per solleticarvi ancor di più con la nostra “attitudine zanzaresca”.

cliccare sull’immagine per
visualizzare il numero completo

per i numeri precedenti visitare la sezione Edizioni

Riccardo Zampieri

Lascia un commento